Università Cattolica del Sacro Cuore

IMPIANTO ECOGUIDATO DI SISTEMI VENOSI CENTRALI TOTALMENTE IMPIANTABILI (AVANZATO)

Luogo del corso:

Roma

Tipo:

Corso di perfezionamento

Categoria:

Medicina

Facoltà:

Facoltà di Medicina e Chirurgia "A. Gemelli"

Data di inizio del corso:

19 febbraio 2018

Data di scadenza iscrizione:

31 gennaio 2018

Il corso teorico pratico è finalizzato ai seguenti obiettivi:
• fornire agli operatori sanitari cognizioni teoriche complete e aggiornate riguardanti gli accessi venosi totalmente impiantabili (port), sia per quanto riguarda le indicazioni cliniche che le tecniche di inserzione e di gestione, con particolare riguardo alla prevenzione delle complicanze precoci e tardive, secondo le più recenti raccomandazioni e linee guida nazionali e internazionali basata sull’evidenza
• mettere gli operatori sanitari in condizione di poter acquisire tutte le manualità tecniche finalizzate all’impianto sicuro ecoguidato degli accessi totalmente impiantabili, attraverso un percorso formativo pratico che prevede l’esercitazione diretta su manichini e simulatori, l’assistenza all’impianto in vivo eseguito da operatori esperti, fino al posizionamento diretto sotto il controllo ed il monitoraggio di un tutor.
• fornire agli operatori sanitari gli strumenti culturali atti a iniziare o a implementare un servizio di posizionamento di sistemi totalmente impiantabili presso la propria azienda sanitaria.

E' rivolto a Laureati in Medicina e chirurgia interessati a acquisire o perfezionare le metodiche di impianto ecoguidato dei sistemi venosi a lungo termine totalmente impiantabili (port).

Si articola in una prima sessione di tre giorni consecutivi, per un totale di 26 ore di didattica, suddivise in 7 ore di lezioni teoriche, 4 ore di esercitazioni pratiche su manichino, 15 ore di tirocinio pratico clinico.

Calendario della prima sessione: 19-20-21 febbraio 2018


Come seconda sessione è previsto il tirocinio pratico degli iscritti (a gruppi di tre per volta) per un periodo di 5 giorni consecutivi (ore 9-13 e ore 14-18), pari a 40 ore complessive. Totale ore: 66 ore.
A ogni partecipante verrà consegnato, in formato elettronico, tutto il materiale didattico e bibliografico utile ai fini del corso.

La prima sessione - di tre giorni consecutivi - riunisce tutti gli iscritti. La seconda sessione - corrispondente a 5 giorni consecutivi di tirocinio in periodi concordati con i discenti, in modo tale da avere presenti contemporaneamente non più di due discenti per volta.

Primo Giorno:
 Presentazione del corso
 Scelta dell’accesso venoso nelle terapie extra-ospedaliere: ruolo dei port venosi
 Port centrali vs. port brachiali: indicazioni all'utilizzo dei cosiddetti 'PICC port'
 Sicurezza e costo-efficacia dei port nel paziente oncologico
 Introduzione all'impianto dei port: il protocollo ISALT-2 per un impianto sicuro e costo-efficace
 Il metodo dell' ECG intracavitario per il corretto posizionamento della punta dei port
 Scelta dell’accesso venoso: il protocollo RaCeVA
 Principi base di utilizzo dell’ecografo; anatomia ecografica delle vene centrali
 Tecnica di posizionamento ecoguidato di accessi venosi nelle vene centrali; vantaggi del posizionamento in vena ascellare
 Impianto dei port: aspetti tecnici specifici della tunnellizzazione e del posizionamento del reservoir

ESERCITAZIONI PRATICHE: Il PORT CENTRALE

Stazione I – Ecoanatomia delle vene centrali
Esemplificazione pratica su volontari sani: utilizzo base dell’ecografo; il protocollo RaCeVA per la visualizzazione ecografica della vena giugulare interna, della vena anonima, della vena succlavia e della vena ascellare; scelta del sito ottimale di inserzione.

Stazione II – Simulatore
Esemplificazione pratica su simulatore: puntura ecoguidata in plane e out of plane

Secondo giorno
 Anestesia locale per il posizionamento dei port; la sindrome CRPS
 Utilizzo di port ‘power injectable’ in radiologia
 Come scegliere il port: tipologia di cateteri e di reservoir, kit di impianto
 Principi di nursing dei port
 Prevenzione delle complicanze infettive e non infettive, dall'impianto alla gestione
 Prevenzione delle occlusioni del lume: fisiologica vs. eparina
 Prevenzione, diagnosi e trattamento delle complicanze infettive
 La sicurezza dell’operatore
 Impianto dei port brachiali oggi (PICC port): tecnica ecoguidata ed ECG-guidata

ESERCITAZIONI PRATICHE: PICC PORT

Stazione III – Ecoanatomia delle vene del braccio
Esemplificazione pratica su volontari sani (gli stessi discenti a turno): visualizzazione ecografica della vena basilica, delle vene brachiali, della arteria brachiale e della vena cefalica; scelta del sito ottimale di inserzione del PICC port.

Stazione IV – Simulatore
Esemplificazione pratica su simulatore: posizionamento di PICC port mediante tecnica ecoguidata + tecnica del microintroduttore.

Terzo giorno:
 Complicanze meccaniche precoci e tardive dei port
 Il malfunzionamento del port: diagnosi e management
 Trombosi e port: quadri clinici, prevenzione e trattamento
 Logistica dell'impianto dei port: requisiti minimi dell'ambiente e delle attrezzature
 Impianto dei port in Day Hospital Oncologico: aspetti organizzativi
 Impianto dei port e DRG
 Il problema del training
 Il consenso informato

 Videoforum
 RaCeVA
 Posizionamento ecoguidato ed ECG-guidato di port
 Posizionamento ecoguidato ed ECG-guidato di port brachiali (PICC-port)

TEST DI VALUTAZIONE
 Test di ecoanatomia delle vene periferiche e centrali (su volontari sani)
 Test di venipuntura ecoguidata (su simulatore)
 Quiz a risposta multipla

Programma della seconda sessione del Corso:
5 giorni consecutivi di tirocinio pratico dedicati all’impianto ecoguidato di port (assistenza all’impianto e impianto sotto supervisione di un tutor). Alla fine di questa seconda sessione, è prevista una valutazione finale complessiva delle capacità tecniche acquisite da ogni singolo discente.

Docenti
Dott. Mauro Pittiruti, Dipartimento di Scienze Chirurgiche, UCSC
Dott. Antonio La Greca, Dipartimento di Scienze Chirurgiche, UCSC
Dott. Giancarlo Scoppettuolo, Istituto di Malattie Infettive, UCSC
C.S. Laura Dolcetti, Istituto Malattie di Infettive, UCSC
I.P. Alessandro Emoli, Day Hospital di Oncologia Medica, UCSC
I.P. Bruno Marche, Day Hospital di Oncologia Medica, UCSC
I.P. Ivano Migliorini, Dipartimento di Scienze Chirurgiche, UCSC
I.P. Cristina Taraschi, Istituto di Malattie Infettive, UCSC
I.P. Chiara Chiarini, Istituto di Malattie Infettive, UCSC
I.P. Davide Celentano, Terapia Intensiva Pediatrica, UCSC
I.P. Alessandro Mitidieri, Unità di Terapia Intensiva Coronarica, UCSC

Saranno ammessi a partecipare da un minimo di 8 a un massimo di 12 candidati in possesso dei requisiti previsti. Qualora il numero delle domande superi il numero dei posti disponibili, saranno valutati i curricula dei candidati inviati entro la data di scadenza.

La frequenza del corso è obbligatoria (almeno all’80% delle lezioni).

Le tasse accademiche, dovute a titolo di rimborso delle spese del materiale didattico e di organizzazione, ammontano, per l’intero corso, a  € 1200,00. In caso di impossibilità a partecipare, non verranno effettuati rimborsi.

A conclusione del corso, a coloro che avranno superato la verifica finale per la valutazione del livello formativo e di apprendimento raggiunto, ai sensi dell’art. 6 della legge 341/1990, verrà rilasciato un attestato.

In tema di esoneri ECM si rinvia alla Determina della CNFC del 17 luglio 2013 avente per oggetto: Esoneri, Esenzioni, Tutoraggio Individuale, Formazione all’estero, Autoapprendimento, Modalità di registrazione e Certificazione, che potrà essere consultata presso il sito dell’AGENAS.

L’Università Cattolica del Sacro Cuore si riserva di non attivare o di annullare il corso qualora non si raggiunga la copertura delle spese.

MODULO DI ISCRIZIONE


Referente informazioni:

Unità Master e Corsi specializzanti - Roma

Recapito telefonico:

0630154897

segreteria.corsiperfezionamento-rm@unicatt.it

Direzione scientifica:

Prof. Mauro Pittiruti