Università Cattolica del Sacro Cuore

Biotecnologie sanitarie

Sede didattica: Roma

Lingua: Italiano

Classe di laurea: L-2 (Biotecnologie)

Durata corso di Laurea: 3

Facoltà: Facoltà di Medicina e Chirurgia

Anno accademico: 2017/2018

Studiare Biotecnologie sanitarie significa scegliere di occuparsi di un ramo del sapere al contempo molto antico – le sue radici si possono far risalire addirittura alla civiltà dei Sumeri, che per primi tentarono un’applicazione pratica delle conoscenze biologiche - ed estremamente attuale. Si tratta di un patrimonio di conoscenze in continua evoluzione, che ha conseguenze dirette negli ambiti più diversi della vita dell’uomo e dell’intero pianeta, dalle problematiche ambientali al mondo della salute. Occuparsi di biotecnologie vuol dire avere a che fare con fenomeni e meccanismi che riguardano la vita, nelle sue diverse forme: per questo sono necessarie una conoscenza e una consapevolezza profonde relative alle questioni etiche e deontologiche, aspetti ai quali viene dedicata un’attenzione particolare. Alte competenze e capacità critica sono dunque i due caratteri fondamentali della formazione offerta da questo Corso di Laurea. Nel triennio si apprendono le conoscenze di base dei sistemi biologici (dal punto di vista sia cellulare che molecolare), insieme alle basi culturali e sperimentali delle discipline biotecnologiche. Particolare importanza viene data alla conoscenza di almeno una lingua - parlata e scritta - dell’Unione Europea oltre l’italiano: è, questo, un aspetto fondamentale della formazione accademica, che permette di intraprendere percorsi di specializzazione all’estero o di avere comunque un contatto proficuo con la comunità scientifica internazionale.


Opuscolo dei corsi triennali della Facoltà di Medicina e chirurgia - a.a. 2017/18 (6378,59 KB)