Università Cattolica del Sacro Cuore

Ortottica ed assistenza oftalmologica

Sede didattica: Scuola Provinciale Superiore di Sanità - (Bolzano)

Lingua: Italiano

Classe di laurea: L/SNT2 (Professioni sanitarie della riabilitazione)

Durata corso di Laurea: 3

Facoltà: Facoltà di Medicina e Chirurgia

Anno accademico: 2017/2018

Nell'ambito della professione sanitaria dell'ortottista e dell'assistente di oftalmologia, i laureati sono operatori sanitari cui competono le attribuzioni previste dal D.M. del Ministero della sanità 14 settembre 1994, n. 743 e successive modificazioni ed integrazioni; ovvero trattano, su prescrizione del medico, i disturbi motori e sensoriali della visione ed effettuano le tecniche di semeiologia strumentale-oftalmologica.
I laureati in ortottica ed assistenza oftalmologica sono responsabili dell'organizzazione, della pianificazione e della qualità degli atti professionali svolti nell'ambito delle loro mansioni; svolgono la loro attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero-professionale.

PERCORSO FORMATIVO

1° ANNO
Il primo anno è finalizzato a :
- acquisizione delle conoscenze biologiche, biomediche, neurofisiologiche, sociopsicopedagogiche di base, quali fondamenti della disciplina e metodologia professionale;
- apprendimento dell'anatomo-fisiologia dell'apparato visivo e della fisiopatologia della visione binoculare nonché dell'ambliopia;
- comprensione degli elementi di base dell'ortottica;
- conoscenza approfondita dell'ottica fisiopatologica in tutti i suoi aspetti.
Le competenze di base sono un prerequisito indispensabile per affrontare la prima esperienza di tirocinio, che sarà finalizzata all'orientamento dello studente nell'ambiente sanitario di riferimento e alla conoscenza delle procedure e dell'interazione tra le diverse figure professionali.

2° ANNO
Il secondo anno è finalizzato a :
- acquisizione delle conoscenze relative alle patologie dell'occhio, dei suoi annessi e di tutto l'apparato visivo che dovranno poi essere messe in relazione alle patologie neurologiche e sistemiche infantili, dell'età adulta e geriatrica;
- comprensione degli elementi fondamentali della metodologia ortottica e delle patologie della motilità oculare e della visione binoculare;
- studio approfondito delle tecniche di semeiologia oftalmologica strumentale e non;
- conoscenza dei principi di base della medicina preventiva, del lavoro e legale.
Dovranno essere acquisite competenze in informatica e statistica medica mirate all'approfondimento della metodologia della ricerca in ambito riabilitativo.

3° ANNO
Il terzo anno è finalizzato a:
- acquisizione di competenze teoriche e pratiche nell'ambito dell'assistenza alla chirurgia oftalmologica;
- conoscenze approfondite nell'ambito della riabilitazione neuro-psico-visiva;
- capacità di base per affrontare situazioni critiche acute sistemiche ed oculari;
- conoscenze di base nell'ambito dell'economia aziendale sanitaria e del diritto del lavoro, con particolare attenzione alla deontologia professionale;
- acquisizione delle necessarie conoscenze in materia di radioprotezione;
- interazione con le altre figure riabilitative stabilendo relazioni collaborative basate sulla conoscenza delle differenti competenze, anche allo scopo di definire le priorità di intervento in situazioni di pluridisabilità.
Il terzo anno sarà finalizzato all'acquisizione di conoscenze e metodologie inerenti all'esercizio della professione, all'approfondimento specialistico, ma anche all'addestramento al lavoro in team e in contesti organizzativi complessi. Lo studente parteciperà in modo più coinvolgente e personale all'esperienze di tirocinio sperimentando una graduale assunzione di autonomia e responsabilità con la supervisione di esperti nei vari settori specialistici. Saranno fornite competenze metodologiche di ricerca scientifica anche a supporto di elaborazione della tesi, nonché elementi di gestione e management utili allo sviluppo professionale nei contesti di lavoro.