Università Cattolica del Sacro Cuore

Scienze e tecnologie cosmetologiche

Sede didattica: Roma

Lingua: Italiano

Classe di laurea: L-29 (Scienze e tecnologie farmaceutiche)

Durata corso di Laurea: 3

Facoltà: Facoltà di Medicina e Chirurgia

Anno accademico: 2017/2018

I laureati, oltre a possedere le conoscenze formative previste dalla classe, in particolare dovranno:
- acquisire adeguate conoscenze di chimica ed analisi chimica dei prodotti cosmetici e dei prodotti dietetici/nutrizionali per la conoscenza della completa filiera produttiva, dal reperimento delle materie prime alla commercializzazione del prodotto finito;
- acquisire un'approfondita conoscenza dei prodotti cosmetici, dei prodotti della salute, degli xenobiotici e dei prodotti che rientrano nella sfera della tutela del benessere;
- acquisire conoscenze teorico-pratiche per l'utilizzo dei diversi xenobiotici e prodotti della salute, in particolare nel settore della cosmetologia e della fisiologia metabolica;
- conoscere le forme cosmetologiche e nutrizionali, le materie prime impiegate nelle formulazioni dei relativi preparati e le norme legislative e deontologiche utili all'esercizio delle relative attività professionali.
Il corso di laurea ha di norma una durata di tre anni.
Le attività del corso possono essere suddivise in:
- attività formative di base con l'obiettivo di apprendere le materie necessarie alla comprensione dei settori scientifico-disciplinari primari e secondari, inerenti alla Fisica, all'Informatica, alla Matematica, alla Statistica, alla Chimica, alla Fisiologia, alla Biochimica, alla Biologia ed alla Anatomia;
- attività formative caratterizzanti il corso di laurea con l'obiettivo di apprendere le materie necessarie alla comprensione delle conoscenze specifiche del settore di appartenenza, inerenti alle discipline Farmaceutiche e Tecnologiche, Chimiche, Biologiche e Mediche;
- altre attività con l'obiettivo di apprendere le materie affini o integrative a quelle di base e caratterizzanti inerenti le discipline tecnico-scientifiche del settore di appartenenza;
- lingua straniera, ulteriori conoscenze linguistiche, abilità informatiche e relazionali, tirocinio ed altro;
- attività formative relative agli stages e ai tirocini formativi presso imprese, amministrazioni pubbliche o privati ivi compresi quelli del terzo settore, ordini e collegi
professionali, sulla base di apposite convenzioni (art.10, comma 5, lettera e) del d.m. n. 270/2004).
Il Consiglio della struttura didattica competente disciplina le modalità della prova finale che deve tenere conto dell'intera carriera dello studente, dei tempi di acquisizione dei crediti formativi, delle valutazioni sulle attività formative precedenti e della prova finale.
Il piano di studi indica sia il percorso formativo sia gli insegnamenti previsti dal corso e indica altresì il settore scientifico-disciplinare cui si riferiscono i singoli insegnamenti e l'eventuale suddivisione del numero di crediti formativi universitari (CFU) attribuito a ciascuna attività didattica.
L'attività didattica è articolata nelle seguenti forme:
- lezioni frontali;
- esercitazioni pratiche a gruppi di studenti;
- attività tutoriale nella pratica in laboratorio e/o durante il tirocinio professionalizzante;
- attività seminariale.
Per conseguire la laurea lo studente deve aver acquisito almeno 180 crediti formativi universitari, ivi compresi quelli relativi alla prova finale.
Superato l'esame finale di laurea, lo studente consegue il diploma di laurea in Scienze e tecnologie cosmetologiche.
Gli esami di profitto possono essere effettuati esclusivamente nei periodi a ciò dedicati e denominati sessioni d'esame. I momenti di verifica non possono coincidere con i
periodi nei quali si svolgono le lezioni, né con altri che comunque possano limitare la partecipazione degli studenti a tali attività.
Le sessioni di esame sono fissate in tre periodi:
- I sessione di norma nei mesi di febbraio-marzo;
- II sessione di norma nei mesi di giugno-luglio;
- III sessione di norma nei mesi di settembre-ottobre.
Le date di inizio e di conclusione delle tre sessioni d'esame sono fissate nella programmazione didattica. In ogni sessione sono definite le date di inizio degli appelli, distanziate di almeno due settimane. Il numero degli appelli è fissato in due per ogni sessione di esame. Il Consiglio della struttura didattica competente stabilisce la possibilità di eventuali ulteriori appelli.
Sono consentite modalità differenziate di valutazione, anche consistenti in fasi successive del medesimo esame:
- prove orali tradizionali e prove scritte oggettive e strutturate (per la valutazione di obiettivi cognitivi);
- prove pratiche qualora necessario.