Università Cattolica del Sacro Cuore

Dove siamo

Campus con studentiLa Sede di Roma dell’Università Cattolica del Sacro Cuore nasce con l’istituzione della facoltà di Medicina e chirurgia e dell’annesso Policlinico Universitario “A.Gemelli”. Il fondatore dell’Università Cattolica Padre Agostino Gemelli fin dal sorgere dell’Ateneo, aspirava a realizzare una Facoltà di Medicina e Chirurgia. Le linee di fondo le espose in un articolo di grande risonanza dal titolo “perché i cattolici italiani vogliono avere una facoltà di Medicina” (ed. Vita e Pensiero, 1958) dove specificava “noi Cattolici misuriamo sempre più la necessità di avere dei medici che nell’esercizio della loro arte vivano l’ispirazione cristiana. Occorrono cioè dei medici che avendo un’anima educata alla osservanza delle norme dettate dal cattolicesimo, vedano nel malato un fratello da aiutare”.

Nel 1934 il Pontefice Pio XI aveva messo a disposizione dell’Istituto Giuseppe Toniolo, Ente fondatore e garante dell’Università Cattolica, la proprietà di Monte Mario per costruire la nuova Facoltà. Sarà poi l’autorevole intervento di papa Pio XII a mettere in moto la fase esecutiva del progetto. Nel 1958 venne approvato l’ordinamento didattico e scientifico da parte del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione e con il Decreto istitutivo del Presidente della Repubblica (18 giugno 1958) si diede inizio ai lavorio edilizi degli istituti biologici, sede della Facoltà. La Facoltà si aprì agli studenti il 5 novembre 1961. Entro un triennio, come imponeva lo stesso ordinamento degli studi, suddivisi in due cicli, biologico e clinico, dovevano essere resi operanti i reparti chirurgici e clinici. Nel 1961 iniziarono gli scavi per la costruzione del Policlinico; a distanza di tre anni, nel maggio del 1964 i primi degenti presero posto nei reparti di chirurgia e di medicina appena aperti. Il 10 luglio del 1964 il Policlinico universitario intitolato a padre Gemelli aprì ufficialmente. Una struttura imponente, complessa che si è venuta sviluppando negli anni, fino alle dimensioni e articolazioni attuali.

Ad oggi la Sede di Roma con più di 5.000 studenti iscritti ai corsi di laurea di diverse aree (medica, sanitaria, biotecnologica, cosmetologica, economico-sanitaria ed economico-manageriale), a cui sono da aggiungere circa 1300 iscritti a corsi post lauream (Scuole di specializzazione e Master di I e II livello), si profila un ateneo capace di formare laureati scientificamente e tecnicamente preparati in grado di dare una dimensione antropologica cristiana alla professione creando un clima di lavoro e di studio in cui visione scientifica e visione religiosa del mondo si integrano ed armonizzano nella ricerca del vero e nella interpretazione umana totale.

Dal 2000 la facoltà di Economia dell’Ateneo ha avviato dei corsi nella sede di Roma. Oggi propone un corso di laurea triennale in Economia e gestione dei servizi e un corso di laurea magistrale in Management dei servizi.

Il percorso triennale, dopo un biennio comune, diversifica la sua proposta: consulenza nei servizi professionali per le aziende e le organizzazioni; consulenza agli studi di commercialisti e revisori dei conti (grazie alla convenzione con l’Ordine nazionale dei Commercialisti e Revisori dei conti); servizi legati alle professioni economiche riferite ai contesti di cura, salute e sanità. La laurea magistrale fornisce competenze professionali legate alle responsabilità funzionali di natura amministrativa, gestionale, finanziaria e di organizzazione del lavoro presenti all’interno di istituzioni e aziende del settore dei servizi.